TOURS

ETNA HALF DAY IN JEEP

Una delle tappe più suggestive di un viaggio alla scoperta delle Sicilia orientale è di certo la visita al vulcano; l’Etna, dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, non solo è la vetta più alta della Sicilia ma anche il vulcano attivo più alto d’Europa (3340 m). A muntagna, come viene chiamata dagli abitanti dei paesi alle sue pendici, offre al turista un’esperienza unica nel suo genere, non solo per le tipologie di flora e fauna che essa ospita, ma per gli scorci mozzafiato che si possono ammirare.
Colata lavica 1923
La primatappa è la grande colata lavica del 1923 sul versante Nord dell’Etna che raggiunse il paese di Linguaglossa (550 mt s.l.m) e distrusse parte della frazione di Catena. Risalendo la colata in off-road lungo una tortuosa strada sterrata arriveremo ai confini del Parco Regionale dell’Etna dove potremo ammirare molteplici specie di piante dell’Etna, prima fra tutte la ginestra (genista aetnensis) e resti di piccoli insediamenti rurali, in particolare il rudere di un Palmento, struttura utilizzata in passato per la vinificazione.
Fronte Lavico 2002
La tappa successiva è una breve sosta al fronte lavico più avanzato dell’ultima grande eruzione dell’Etna, la colata lavica del 2002 che si raggiunge in Jeep percorrendo un tratto di strada in off-road circondati da boschi di castagni e quercie. L’eruzione del 2002 è durata dal 27 ottobre al 29 gennaio dell’anno seguente e considerata una tra le eruzioni più esplosive degli ultimi 100 anni.
Grotta di Corruccio
Proseguendo la nostra escursione raggiungeremo la pineta Ragabo, per scoprire, nascosta tra pini e ginestre una grotta di scorrimento lavico, la grotta di Corruccio (1350 mt s.l.m.).
Monti Sartorius
La nostra escursione prosegue con una breve passeggiata alla scoperta di alcuni crateri laterali spenti, i monti Sartorius (1700 mt s.l.m.), originatisi nel 1865, caratterizzati dall’allineamento di sette conetti eruttivi (“bottoniera”). Il percorso, di grande interesse sia dal punto di vista geologico che botanico, si snoda lungo radure ricche di specie endemiche, bombe vulcaniche e formazioni boschive dominate dalla Betulla (betula aetnensis). A metà del percorso, in cima ad uno dei crateri, potremo godere di una vista mozzafiato della costa Jonica, da Riposto sino a Taormina, della costa Calabra.
Piano Provenzana
In seguito risalendo lungo la strada Mareneve raggiungeremo Piano Provenzana (1800 mt s.l.m.) stazione sciistica teatro della grande eruzione del 2002. Dopo un buon caffè, breve passeggiata per visitare i resti dell’albergo Le Betulle, luogo in cui vi renderete immediatamente conto della grande forza distruttiva della natura.

DESCRIZIONE DEL TOUR
Tipo Tour: tour privato o collettivo in jeep con aria condizionata;
Autista: parlante inglese;
Durata: 5 ore escursione facile
Orario di partenza: su richiesta;
Luogo di incontro: presso il B&B o luogo da concordare all’ atto della prenotazione.
Attrezzatura: scarpe da trekking o da tennis, giubbotto e zainetto.
Il tour include:
Jeep, Acqua, Assicurazione.
Il tour non include:
Prezzi d’ingresso ove necessario teatri, musei, pranzi, funivia per l’ascesa ai crateri sommitali, ecc. se non diversamente specificato;
Pranzo e mance sono a discrezione del cliente.
Guida locale;
TARIFFE:
HD minimo 2 pax € 65,00 p.p.

ETNA & ALCANTARA FULL DAY IN JEEP

Una delle tappe più suggestive di un viaggio alla scoperta delle Sicilia orientale è di certo la visita al vulcano; l’Etna, dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, non solo è la vetta più alta della Sicilia ma anche il vulcano attivo più alto d’Europa (3340 m). A muntagna, come viene chiamata dagli abitanti dei paesi alle sue pendici, offre al turista un’esperienza unica nel suo genere, non solo per le tipologie di flora e fauna che essa ospita, ma per gli scorci mozzafiato che si possono ammirare.
Colata lavica 1923
La primatappa è la grande colata lavica del 1923 sul versante Nord dell’Etna che raggiunse il paese di Linguaglossa (550 mt s.l.m) e distrusse parte della frazione di Catena. Risalendo la colata in off-road lungo una tortuosa strada sterrata arriveremo ai confini del Parco Regionale dell’Etna dove potremo ammirare molteplici specie di piante dell’Etna, prima fra tutte la ginestra (genista aetnensis) e resti di piccoli insediamenti rurali, in particolare il rudere di un Palmento, struttura utilizzata in passato per la vinificazione.
Fronte Lavico 2002
La tappa successiva è una breve sosta al fronte lavico più avanzato dell’ultima grande eruzione dell’Etna, la colata lavica del 2002 che si raggiunge in Jeep percorrendo un tratto di strada in off-road circondati da boschi di castagni e quercie. L’eruzione del 2002 è durata dal 27 ottobre al 29 gennaio dell’anno seguente e considerata una tra le eruzioni più esplosive degli ultimi 100 anni.
Grotta di Corruccio
Proseguendo la nostra escursione raggiungeremo la pineta Ragabo, per scoprire, nascosta tra pini e ginestre una grotta di scorrimento lavico, la grotta di Corruccio (1350 mt s.l.m.). Monti Sartorius
La nostra escursione prosegue con una breve passeggiata alla scoperta di alcuni crateri laterali spenti, i monti Sartorius (1700 mt s.l.m.), originatisi nel 1865, caratterizzati dall’allineamento di sette conetti eruttivi (“bottoniera”). Il percorso, di grande interesse sia dal punto di vista geologico che botanico, si snoda lungo radure ricche di specie endemiche, bombe vulcaniche e formazioni boschive dominate dalla Betulla (betula aetnensis). A metà del percorso, in cima ad uno dei crateri, potremo godere di una vista mozzafiato della costa Jonica, da Riposto sino a Taormina, della costa Calabra.
Piano Provenzana
In seguito risalendo lungo la strada Mareneve raggiungeremo Piano Provenzana (1800 mt s.l.m.) stazione sciistica teatro della grande eruzione del 2002. Dopo un buon caffè, breve passeggiata per visitare i resti dell’albergo Le Betulle, luogo in cui vi renderete immediatamente conto della grande forza distruttiva della natura. Pranzo in Agriturismo
Percorrendo una delle strade del vino della Sicilia e attraversando ampie distese di vigneti Etna Doc, raggiungeremo un’azienda agrituristica, luogo ideale per trascorrere dei momenti immersi nella natura dell’Etna, impermeati dai buoni sapori locali, dall’allegria e sicuramente dal buon vino.
Castiglione di Sicilia
Visita del centro storico di Castiglione di Sicilia, borgo medievale arroccato su una collina dominante la valle dell’Alcantara. Il tour comprende una passeggiata al belvedere del Castello di Lauria ( di origine svevo- normanna risalente al XII secolo, edificato sulla rocca più alta del borgo medievale).
Gole dell’Alcantara
Nel pomeriggio scopriremo un suggestivo canyon di basalti lavici (Gole dell’Alcantara) con pareti alte fino a 30 metri solcato dalle acque del fiume Alcantara.

DESCRIZIONE DEL TOUR
Tipo Tour: tour privato o collettivo in jeep con aria condizionata;
Autista: parlante inglese;
Durata: 7/8 ore escursione facile
Orario di partenza: su richiesta;
Luogo di incontro: presso il B&B o luogo da concordare all’ atto della prenotazione.
Attrezzatura: scarpe da trekking o da tennis, giubbotto e zainetto.
Il tour include:
Jeep, Acqua, Assicurazione. Il tour non include:
Prezzi d’ingresso ove necessario teatri, musei, pranzi, funivia per l’ascesa ai crateri sommitali, ecc. se non diversamente specificato; Pranzo e mance sono a discrezione del cliente.
Guida locale;
Guida locale;
TARIFFE:
FD minimo 2 pax € 85,00 p.p.
FD con pranzo minimo 2 pax € 100,00 p.p.